Pay Per Click Marketing per Principianti

pay per click

Siete alla ricerca di un modo che vi aiuti ad aumentare il traffico, e i profitti, del vostro sito internet? Il cosiddetto Pay-per-click (PPC), sui motori di ricerca, può offrirvi il traffico istantaneo di cui avete bisogno, e vi permette di testare nuovi modelli di business in tempo reale.

Utilizzare la Pubblicità PPC potrebbe portare numerosi benefici all’azienda. Un imprenditore che la usa in modo corretto avrà sicuramente dei riscontri immediati confrontabili sia sul proprio sito, che sul proprio business. Questo dunque, significherà utilizzare la pubblicità PPC come strategia di marketing, uno strumento estremamente efficace.

In realtà, il PPC ha come principio fondamentale, il portare un flusso costante di traffico, e di nuovi contatti per la vostra attività, verso il vostro sito ad un costo molto conveniente. Insomma, stiamo parlando di una tecnica sicuramente low cost rispetto alle classiche e più tradizionali forme di pubblicità.

Tuttavia, il mercato pay-per-click è competitivo. Per questo motivo varrà la pena di passare un bel po’ di tempo ad imparare a scrivere ed indirizzare gli annunci, monitorare i vostri concorrenti, ed effettuare ricerche dettagliate inerenti le parole chiave da utilizzare. C’è anche un semplice aspetto da considerare: la maggior parte delle persone non capiscono fino in fondo i benefici del PPC o non arrivano a comprendere come ottenere il massimo vantaggio da tutto ciò che la pubblicità PPC ha da offrire!

Questo articolo, dedicato principalmente alla “pubblicità PPC per principianti”, è nato specificamente per mostrare ai principianti assoluti come utilizzare questa forma di promozione per aumentare gli introiti del proprio business, ottenendo più contatti e aumentando di conseguenza i profitti. Questo vale per qualsiasi tipo di attività commerciale o fornitura di servizi.

Anche se, prima di oggi, non avete mai pensato di usare la pubblicità PPC come piano di marketing, alla fine di questo articolo avrete appreso tutti i suoi segreti e sarete in grado di utulizzarla a vostro vantaggio.

Panoramica sulla pubblicità PPC

In primo luogo, cominciamo con una breve panoramica dedicata alla pubblicità PPC in modo da poter acquisire familiarità con il suo funzionamento.

Internet è rapidamente diventato un mezzo significativo per mostrare il proprio prodotto ai potenziali clienti. Ma con i numerosi siti web a disposizione, visitati costantemente da milioni di persone, come si può mettere in evidenza il vostro annuncio, affinchè possa essere notato dal vostro ipotetico target di consumatori?

L’obiettivo finale di qualsiasi campagna promozionale online è quello di ottenere pubblicità sui siti web frequentati dai vostri consumatori. Dunque la prima operazione da fare è quella di definire qual’è il vostro target di riferimento, e chi sono i vostri clienti. Solo successivamente sarà possibile studiare un piano che vi permetterà di ottenere, tramite un annuncio, visibilità e pubblicità per la vostra attività.

Per definizione, PPC è un tipo di modello che coniuga l’utilizzo di internet con i classici metodi pubblicitari utilizzati per indirizzare il traffico verso i siti web. In questo caso, gli inserzionisti pagano l’editore (in genere il proprietario del sito) ogni volta che l’annuncio viene cliccato.

Attenzione ad un dettaglio: la pubblicità PPC potrebbe sembrare complicata all’inizio. In realtà è un modo molto conveniente per ottenere traffico mirato al vostro sito web. A questo proposito, ricordate che il traffico “mirato” è proprio quello che vi serve per ottenere visibilità. In poche parole, dopo aver impostato una campagna, si pagherà ogni volta che qualcuno raggiungerà il vostro sito web cliccando sull’annuncio.

Ci sono molti motori di ricerca che mettono a disposizione programmi basati sulla pubblicità PPC, tra cui Google Adwords, Yahoo Search Bing Ads. Questi sono gli strumenti più popolari, e i più consigliati. Almeno per iniziare. Ognuno di questi programmi opera sulla stessa premessa di base. Essi mostrano i vostri annunci in siti web pertinenti (ovvero collegati alla vostra “nicchia”). Pagherete ogni volta che qualcuno farà un clic sul vostro annuncio. Attenzione: ogni fornitore di servizio ha le proprie linee guida da seguire.

E’ importante familiarizzare con le loro norme, e con i relativi regolamenti, prima di iniziare la campagna pubblicitaria vera e propria. In tutti i casi avete a disposizione sia forum di aiuto, che tutorial: questi si possono utilizzare per iniziare e per acculturarsi con un’auto-formazione. Inoltre, è possibile farsi un’idea dettagliata visitando i seguenti link ufficiali:

Per capire come funziona il pay per click, immaginiamo di avere un sito web incentrato sui francobolli da collezione. Sul sito, pubblicate con una certa frequenza articoli su questo argomento ed inoltre avete scritto una guida completa su tutto ciò che riguarda questo argomento e lo avete reso disponibile ai visitatori sotto forma di ebook da scaricare gratuitamente. Ora volete mettere in vendita anche i francobolli più antichi.

Ovviamente, siete alla ricerca di traffico mirato verso il vostro sito, e in questo caso dovete orientarvi verso le persone che hanno cercato francobolli da collezionare sui motori di ricerca. Ovviamente, queste persone sono interessate al vostro argomento, e rappresentano esattamente il tipo di traffico mirato di cui avete bisogno.

La miglior parola chiave da utilizzare per la vostra campagna pay per click, quindi, è senza dubbio “francobolli da collezionare”. Ora sorge un primo problema: c’è una buona possibilità che altre persone possano utilizzare la stessa parola chiave. In questo modo si corre il rischio di arrivare a dover fare un’offerta per quella determinata parola, e solo il miglior offerente avrà diritto ad usarla. Dobbiamo cercare una valida alternativa e, per farlo, dobbiamo approfondire la nostra ricerca.

Nello specifico, quando si parla di collezionare francobolli, si può affrontare l’argomento da diversi punti di vista e quindi, per esempio, il sito potrebbe essere stato progettato per:

  • persone interessate alla storia dei francobolli da collezionare
  • francobolli da collezionare italiani
  • francobolli da collezionare di tutto il mondo
  • francobolli da collezionare delle ex colonie
  • e così via…

Ora, immaginiamo che il vostro sito sia stato appositamente progettato per le persone che vogliono imparare a fare soldi con i francobolli da collezione. In tal caso potete cegliere una parola chiave più specifica, e quindi rivolta solo a loro. Questa parola chiave può portare traffico ancora più mirato e, di conseguenza, vi porterà ad avere meno concorrenza, pagando quindi unìimporto minore quando l’utente cliccherà sull’annuncio per raggiungere il vostro sito.

Una volta che avete individuato le parole chiave da utilizzare, non vi resta che decidere quanto volete spendere al giorno sulla vostra campagna PPC, e dare il via al servizio scelto per iniziare a mostrare il vostro annuncio con il link verso il vostro sito web.

Se avete ottenuto la parola chiave “francobolli da collezionare”, quando qualcuno cercherà sui motori di ricerca quella frase, il link verso il vostro sito sarà visualizzato nella pagina dei risultati della ricerca.

Inoltre, se ci sono siti web che si occupano di oggetti da collezione, francobolli (e anche altre parole chiave correlate all’argomento) che hanno aderito alla rete in qualità di editori, il vostro link potrebbe essere visualizzato anche su quei siti in modo che i visitatori possano scegliere.

Ricordate che il vostro annuncio sarà visualizzato in base al numero di click acquistati. Nel caso in cui vengano superati, l’annuncio non verrà visualizzato fino al giorno dopo. Se per esempio avete acquistato 100 click per 5€, ed avete impostato il budget a 5€ al giorno, anche i 100 click venissero effettuati in soli 30 minuti, l’annuncio cesserà di essere visualizzato fino al giorno dopo.

Poiché è possibile pianificare la vostra campagna pubblicitaria, sulla base di un budget fissato “al giorno”, la pubblicità PPC è un ottimo modo per improntare al meglio la promozione della vostra attività, prodotti o servizi.

Attenzione: è consigliabile iniziare lentamente con un piccolo budget e avviare la campagna per qualche giorno. Se, alla fine di quel tempo, non state realizzando le vendite sperate con i click acquistati, significherà che dovete apportare qualche modifica nel vostro annuncio.

A questo proposito, potreste trovarvi di fronte varie opzioni: il motore di ricerca ha più parole chiavi simili, oppure non avete impostato bene i termini di ricerca. Tutti questi elementi possono essere regolati con un attento test condotto monitorando e gestendo le campagne.

Ora che avete un’infarinatura generale di come funziona il PPC, scopriamo come potete utilizzarlo per sviluppare la vostra attività.

Traffico organico vs Pay Per Click

La differenza principale che esiste tra il traffico PPC e il traffico organico ordinario è il costo. Quando si tratta di generare traffico attraverso la pubblicità PPC, l’inserzionista sa di dover fare un piccolo pagamento ogni volta che un utente cliccherà su uno dei suoi annunci. D’altro canto, tutti i ricavi ed i click generati dal traffico organico sono completamente gratuiti.

La Pubblicità PPC è in grado di generare un buon traffico molto rapidamente. Attenzione però: questo metodo può diventare molto costoso se non gestito correttamente. Quando si tratta di generare traffico dalla campagna PPC ci sono tre aspetti che si dovrebbero tenere a mente:

  1. PPC è un metodo eccellente per il marketing in grado di creare una grande curiosità, ed un forte interesse intorno ad un particolare prodotto o servizio. Ciò può avvenire molto rapidamente.
  2. Questo metodo tende ad essere relativamente poco costoso, soprattutto in confronto ad altri metodi di pubblicità tradizionale e al classico marketing.
  3. È possibile eseguire campagne a lungo termine in base alle proprie esigenze.

Ci sono diversi elementi chiave che devono essere considerati quando si effettua la configurazione iniziale della campagna, e questi sono:

  • La creatività: è vitale che il vostro annuncio sia ben scritto, incentrato su un determinato aspetto e creativo.
  • La Pagina di destinazione (nota anche come landing page): avere questa pagina nel sito è di fondamentale importanza, e deve essere impostata ancora prima di indirizzare il pay-per-click verso di essa. La pagina di destinazione deve avere un contenuto che si riferisce direttamente alla vostra pubblicità on-line. Una buona pagina di destinazione può fare la differenza quando si tratta di generare un elevato numero di conversioni.
  • Il Call to action: si tratta di un vero e proprio invito all’azione, ed è un elemento importante e indispensabile nella vostra pagina.
  • Il Test: dovreste sempre testare il vostro sito web, insieme ai nuovi annunci, e alla pagina di destinazione.

Tutti questi elementi influenzano i tassi di conversione quando si tratta di generare traffico pay-per-click.

La differenza tra una campagna PPC di successo ed una fallimentare, spesso ha a che fare con l’uso di annunci poco mirati. Come abbiamo già ricordato, quando si tratta di creare una campagna pubblicitaria PPC che deve generare risultati, sono i dettagli a fare la differenza. Quindi controllate ed apportate le correzioni del caso ai vostri annunci infruttuosi.

Conversione di click in vendite

La pubblicità tramite Pay per click è una delle forme più convenienti di pubblicità online. Il suo funzionamento, è tutta una questione di “cattura” di potenziali clienti che si spera possano trasformarsi in possibili acquirenti una volta che scoprono di avere il prodotto, o il servizio di cui hanno bisogno, sotto mano.

Tuttavia, non finisce qui. E’ importante comprendere che portare il cliente a cliccare sull’annuncio è solo il primo passo del processo. Il secondo, determinante, prevede che, una volta approdato sul sito su cui è stato indirizzato, il cliente vi possa trovare informazioni utili. aumentando quindi la possibilità di trasformare il visitatore in cliente pagante.

Questo passo viene spesso trascurato e così, potreste ottenere moltissimi click sugli annunci, e vedere poche conversioni. L’errore di base è sempre lo stesso: se i consumatori non trovano le informazioni che stanno cercando quando arrivano sul vostro sito web, perdono fiducia e voi… perdete vendite!
Tenete a mente che i consumatori sono più propensi ad acquistare prodotti o servizi da società che si preoccupano di fornire subito ed in modo chiaro le informazioni che vogliono, piuttosto che perdere tempo per cercarle tra le pagine di un sito mal costruito.

Qualificazione del traffico

Come abbiamo accennato in precedenza, uno dei principali vantaggi derivanti dall’uso di pubblicità PPC, è rappresentato dalla capacità di fornire traffico qualificato verso il vostro sito web. Quando gli utenti decidono di cliccare su un annuncio, lo fanno perché sono alla ricerca di un particolare prodotto o servizio. Più dettagliata e mirata sarà la vostra campagna pubblicitaria, e migliore sarà la possibilità di ricevere click selezionati, cioè solo da parte di potenziali acquirenti.

In precedenza abbiamo parlato di acquisizione, tramite gara ad offerta, di una parola o una frase chiave. In generale, il budget per la pubblicità PPC varia a seconda del numero di parole chiave utilizzate. Questi prezzi possono salire alle stelle in pochi minuti, in base ai siti che sono interessati ad averle.

Gli annunci PPC ritenuti più rilevanti vengono posizionati nei risultati dei motori di ricerca. Le offerte più alte per una parola chiave, o per una frase specifica, ottengono un miglior posizionamento. Questa possibilità permette di avere una maggiore visibilità pubblica. Di conseguenza, si hanno più chances di ricevere clicks sull’annuncio.

Gestione delle campagne

Una corretta gestione della campagna PPC può portare a grandi profitti. Con una campagna mal curata, si può finire per perdere una fortuna su annunci che non producono risultati.

Gestire una campagna significa coinvolgere tre componenti di base:

  • un costante monitoraggio
  • l’analisi della risposta
  • la cosiddetta “raffinatezza” di ciò che avete scritto

Tutti e tre questi elementi sono essenziali per monitorare e testare ogni aspetto della vostra campagna.
Non solo: vi permetteranno di monitorare la produttività di ogni annuncio PPC che è stato pubblicato. Inoltre vi daranno la possibilità di modificare, o disattivare, gli annunci PPC che non ottengono i risultati sperati.

Il costo della pubblicità PPC è dettato dai click effettuati su un particolare annuncio. Il numero di click effettuati su un annuncio, poi, viene sottratto dal valore iniziale pagato dall’utente alla società che gestisce il motore di ricerca. Per ridurre al minimo i costi, e massimizzare il ritorno sull’investimento (etichettato come ROI), è necessario monitorare con attenzione la vostra campagna.

Ora che avete capito come funziona il PPC, saprete sicuramente come iniziare la vostra campagna pubblicitaria. Tuttavia, prima di passare all’azione, è bene che leggiate i seguenti punti.

Curate la vostra formazione

Se decidete di utilizzare la pubblicità PPC per la vostra azienda, sappiate che ci sono molti siti web, libri e video disponibili che possono insegnarvi come ottenere il massimo ritorno sull’investimento iniziale (ROI).
Queste guide sono una risorsa che può rivelarsi preziosa per la vostra attività. Potete, infatti, risparmiare una grande quantità di tempo.

Scegliete il programma PPC migliore per le vostre esigenze

Una volta che sapete quello che state facendo, vi consigliamo di cercare i programmi PPC più adatti alle vostre esigenze. Oltre ai più famosi quali Google, Yahoo e Bing, ce ne sono molti altri
più piccoli motori che vale la pena conoscere. Anche se hanno di sicuro meno influenza, molte persone scelgono di utilizzarli perché sono in grado di ottenere un traffico efficace a prezzi molto più bassi. Il più delle volte, questo può significare un paio di centesimi per ogni click.

Occhio al rapporto investimento/ritorno

Se non state attenti e non fate le opportune ricerche, potete incorrere anche in spese eccessive senza ottenere il traffico e le vendite che desiderate. Vale la pena di educare se stessi al controllo quasi maniacale, soprattutto quando si tratta di pubblicità a pagamento.

Controllo con strumenti esterni

Come già accennato, i programmi PPC hanno il proprio strumento di analisi e di monitoraggio, ma se volete, potrete anche decidere di utilizzare strumenti di controllo esterni. Questi vi forniranno statistiche specifiche sui click generati dalle vostre campagne.
Attenzione, lo strumento più efficace, nonché il più popolare, è in realtà gratuito ed è il famoso Google Analytics.

Osservare le statistiche con Google Analytics

Quando si vuole controllare l’efficacia di una campagna pubblicitaria, ci sono diversi elementi che dovrebbero essere monitorati. Ad esempio, è possibile utilizzare il monitoraggio relativo alle parole chiave: questo vi permetterà di vedere esattamente quali parole chiave stanno andando bene e quali stanno andando male. Questa informazione può fare la differenza quando si vuole realizzare un profitto.
Utilizzando gli strumenti dedicati al monitoraggio di un sito web, è possibile monitorare con precisione quali annunci e quali parole chiave si potranno tradurre in vendite. Questo vi aiuterà a determinare, e ad eliminare, le pubblicità con scarso rendimento.

Ricordate che, per iniziare, non è necessario investire ingenti quantità di denaro: partite con una piccola somma, e tenete bene a mente l’unica regola importante: un monitoraggio costante vi aiuterà a far crescere il vostro business.